Settimanale, anno 10 - n. 4
Dom, 20 Agosto 2017

Recensioni >> Carlot-ta - Make Me a Picture of The Sun

E' nata una stella? Con il disco di debutto, Carlot-ta ci pone davanti a questo interrogativo. Make me a picture of the Sun è il primo disco di Carlotta Sillano, in arte Carlot-ta, di appena 20 anni. L'età di una donna non si deve mai svelare, ma in questo caso è necessario per affermare che già le prime note di questo cd svelano un piccolo genio musicale, che attorno al pianoforte costruisce gran parte della sua magia. Dalle sue mani partono le note di molti altri strumenti come chitarra, theremin, fisarmonica, sintetizzatori, carillons. Insomma una bravissima pianista e fantasiosa polistrumentista, dotata di una voce molto originale, intonata e creativa.
Le canzoni sono cantate in inglese, francese ed italiano, con testi liberamente ispirati a grandi poeti della letteratura occidentale:
Shakespeare, Baudelaire, Blake, Prévert.
Il disco si apre con la divertente canzone che oltre a dare il nome all'album riesce ad incarnare un po' tutte le atmosfere che l'ascoltatore potrà via via scoprire nell'universo musicale di Carlot-ta. Pop dalla forma delicata e dal timbro mutante.
Pianoforte e voce invece per la profonda
Sables mouvants, struggente ballata che fa sentire tutta la forza creativa di questa giovane artista. Gocce di Yann Tiersen qua e là, spruzzi di essenze Tom Waits e tanti aromi Tori Amos per raccontare il profumo che emanano Both with Thee, 14th August A Summer Storm, altre ottime tracce del disco.
L'esordio di Carlot-ta è un album scritto con molta creatività ed amore per la musica. Tutti gli strumenti presenti nel disco sono ottimamente suonati e riescono a personalizzare ancora di più il punto di vista dell'artista. Una stella è nata e sa divertirsi e divertire con la musica. 

Claudio Donatelli    (6.3.11)