Settimanale, anno 11 - n. 34
Gio, 21 Marzo 2019

Interviste >> Big Bus Dream

Il nostro pulmino rosso ha incrociato un grande autobus pieno di sogni: arriva direttamente dall'America, precisamente dalla Carolina del Nord, e si chiama Big Bus Dream. Sono partiti nel 2000 ed hanno ancora intenzione di viaggiare attraverso la voce graffiante di Mike Shannon, il suono della chitarra di Chick Tsikouras e gli altri componenti del gruppo Henry Pharr e Tony Torres. Dedicano l'intero anno 2005 per la ricerca di nuovi suoni che sfocia nel loro omonimo debutto di Big Bus Dream. Ora tornano a farsi sentire con The Jesters of Xmas Town del 2008 in cui le atmosfere create dalla chitarra fanno spesso pensare al tema del viaggio (a quanto sembra molto caro alla band). Cos'altro possiamo trovare all'interno di questo bus? Facciamocelo raccontare direttamente dalle parole dei Big Bus Dream.

Per approfondire: http:\\www.myspace.com/bigbusdream                     

Prima dei Big Bus Dream, avete fatto parte di altri gruppi. Quando avete capito che era il momento di diventare una band?
Ho capito che era il momento giusto quando non potevo suonare batteria, chitarra, basso e cantare tutto allo stesso tempo. In più è sempre meglio avere qualcuno con cui confrontare le idee.

Vi definite una band Alternativo/Acustico/Psichedelica, quali sono gli elementi che fanno di voi una band Alternativo/Acustico/Psichedelica?
Penso che la parte alternativa sia che la nostra musica non è una musica preconfezionata, come molta musica che passa nella radio Americana. Le canzoni che scriviamo volutamente non seguono la forma o il genere popolare del momento. La parte acustica deriva dall'approccio dell'organico
unplugged. E la parte psichedelica è il colore che la musica dipinge quando ascolti il nostro sound: è facile chiudere gli occhi e ritrovarsi ad andare lontano in qualche luogo sconosciuto.

Nelle vostre canzoni c'è un'atmosfera sognante e qualche volta possiamo immaginare una situazione tranquilla, qual è l'ispirazione per le vostre composizioni?
Situazioni difficili. 


Cosa volete trasmettere con i Big Bus Dream?
Che la musica può guidare la forza che è nella vita di ognuno. Quando gli accordi giusti e la melodia si incontrano è veramente entusiasmante e stimolante. Tutti possono essere accontentati, dottori o avvocati. Lasciate che la musica scriva per tutti i sognatori del mondo e per coloro che la accolgono così profondamente.

Potete raccontarci un episodio divertente che vi è successo nella vostra carriera?

Tutto iniziò con un paraplegico e una prostituta ad uno dei nostri show. Entrambi arrivarono sul palco con la ruota della sedia a rotelle che ancora girava. Penso che lui abbia convinto lei o forse lei ha convinto lui... In un modo o nell'altro, furono spostati quasi subito da quella posizione...

Avete mai incontrato una persona importante che ha sostenuto il vostro progetto?
No, perché le persone importanti spesso non hanno tempo per le cose importanti di altre persone.

Qual è il vostro rapporto con il live e con il vostro pubblico?
Ci danno molto di più di quello per cui pagano.

Dove vi piacerebbe esibirvi? Qual è il posto ideale per un live?
Mi piace esibirmi per un pubblico disponibile che abbassa la guardia e affronta a schiaffi in faccia la parte più alta della melodia. Non bisogna mai sottovalutare cosa possono provocare 4 accordi sull'
ego di ognuno di noi e la forza che li avvolge.

In futuro, pensate che farete una data in Italia?
Il nostro bus arriva dappertutto. Dateci solo il tempo di arrivare.


Cosa pensate dell'Italia?
Io amo la vostra pizza, il pane e il gelato italiano

Quali sono i vostri piani per il futuro?

Rifornirci di benzina e goderci il viaggio!

Mina Chiarelli         (8.3.09)   



English Version

Before "Big Bus Dream", you have played with other band. When you understand that was the moment to become a band?
I knew it was time when I couldn't play drums, guitar, bass and sing all at the same time. Plus it's always good to have someone to bounce ideas off of.

You define yourself an Alternative/Acoustic/Psychedelic band, what are the elements that make you an "Alternative/Acoustic/Psychedelic band"?
I believe the alternative part is that our music isn't cookie cutter music, like most of the music on American radio. The songs we write purposely don't follow the popular formula or genre of the moment. The acoustic comes from the unplugged/organic approach. And the Psychedelic part is the colors the music paints when you listen to our sound: It's easy to close your eyes and find yourself drifting off to somewhere unrecognizable.

In your songs there is a dreamy atmosphere and sometimes we can imagine an untroubled situation, what's your inspiration for your compositions?
Troubled situations.

What do you want to transmit with "Big Bus Dream"?
That music can be the driving force in someone's life. It can be very inspiring and motivating when the right chords and melody fall into place. Anyone can be an accountant, Doctor, or lawyer. Leave the music writing to the dreamers of the world and the ones who embrace it so dearly.

In your future plan, do you think you can have an Italian date?
Our bus goes anywhere. Just give us the estimated arrival time.

Can you tell us a funny episode that was happened in your career?
It all began with a paraplegic and a hooker at one of our shows.  Both ended up on the floor with the wheel on the wheelchair still spinning. I think he won her over or maybe she won him over. Either way, they were removed.

Do you ever meet a very important person who support you in your project?
No, because important people often don't have time for other people's important things.

What's you relation with live performance and with your public?
They get more than what they pay for.

Where would you like performing ? What's your ideal site for a live performance?
I like to perform for a willing audience that lets their guard down and gets smacked in the face with an upper cut of melody. Don't under estimate what 4 chords can do to your ego or the punch that it packs.

What do you think about Italy?
I love your pizza, bread and Italian ice.

What's your plan for the future?
To gas up and enjoy the ride