Settimanale, anno 11 - n. 51
Ven, 19 Luglio 2019

World in Music >> La diva a piedi scalzi

Note in viaggio

È uscito da pochi giorni Capo verde, terra d'amore (vol. 1), prodotto dall'associazione non-profit Numar, in collaborazione con Lusafrica, e distribuito da Sony Music. Una raccolta di alcune delle più belle canzoni dell'artista Cesária Évora, regina della world music, e del suo autore di riferimento, Teofilo Chantre.   
I proventi del disco saranno devoluti al Pam, il Programma alimentare mondiale dell'Onu, di cui la stessa Cesária Évora è ambasciatrice dal 2003. L'iniziativa, con la campagna "Fill the Cup", sta assistendo milioni di bambini che in Africa e in molte altre parti del mondo soffrono la fame.
L'album contiene dodici brani creoli capoverdiani adattati in lingua italiana, che la Évora interpreta insieme con artisti italiani come Ornella Vanoni, Gianni Morandi e Mario Lavezzi.
Definita da molti la Regina della Morna per via della sua bravura nell'interpretare le morne appunto, un genere di canzoni tristi e malinconiche tradizionali di Capo Verde, la Évora è divenuta una star internazionale alla bella età di 47 anni quando José Da Silva, un francese di origini capoverdiane, la persuase ad andare a Parigi per registrare l'album La diva aux pieds nus (1988) con il quale raggiunse la meritata fama.
Di umili origini, nata e vissuta sull'isola di São Vicente nell'arcipelago di Capo Verde, Cesária, "Cize" per gli amici, iniziò ben presto a cantare le canzoni tipiche del suo paese, come le scatenate coladeiras e malinconiche e tristi morne. Questa passione per il canto si trasformò anche in una fonte di guadagno grazie alle serate in bar e hotel dell'isola. Negli anni, Cesária divenne un'ottima interprete raggiungendo una certa fama, senza però riuscire a farsi conoscere e apprezzare anche al di fuori dell'arcipelago natio. 
La sua carriera purtroppo ebbe una lunga battuta di arresto, di circa dieci anni, in concomitanza con le insurrezioni degli anni '70 che portarono all'indipendenza di Capo Verde dal Portogallo. Erano anni difficili, di estrema povertà per il suo paese e Cesária abbandonò la musica per cercarsi un'occupazione per il proprio sostentamento e quello della sua famiglia.
Superato questo brutto momento, Cize tornò a esibirsi e fu chiamata dalla cantante Bana e dall'associazione delle donne di Capo Verde, per un tour. Sulla via del ritorno, a Lisbona, la cantante conobbe Da Silva che la convinse a seguirlo a Parigi. Da quel momento in poi, la sua carriera decollò, e dopo aver conquistato la Francia, divenne un'interprete amata in tutta Europa prima e nel resto del Mondo dopo, grazie anche ad album di successo come Azul (1991) e Miss Perfumado (1992).
Da allora Cize non ha più smesso di girare il mondo, esibendosi per il suo pubblico, che la adora. Vera e propria leggenda vivente, donna dall'indubbio carisma, Cesária Évora racconta, in un misto di portoghese e lingua creola, della sua terra, del mare azzurro che la circonda e in cui ci si può perdere e della sua gente ricca di umanità.
Amatissima da Caetano Veloso, con cui ha duettato in diverse occasioni e con il quale ha partecipato al progetto "Red Hot & Rio", è stata anche scelta da Goran Bregovic per interpretare Ausencia nella colonna sonora del film "Underground" di Kusturica e da Alfonso Cuarón, per il quale ha interpretato una struggente versione di Besame Mucho nel film "Paradiso perduto".

Tiziana Cantarelli          (31.5.09)