Settimanale, anno 11 - n. 39
Ven, 26 Aprile 2019

A propos de >> Avion Travel - Teatro Politeama Garibaldi (Pa)

Musica a 360 giri

Difficile dare una definizione o incasellare in un genere la musica della Piccola Orchestra Avion Travel, ed ancora più difficile farlo quando si ha la fortuna e il privilegio di ascoltare questo gruppo di meravigliosi musicisti e poeti dal vivo. Se qualcuno mi obbligasse a definire la loro musica, direi che si tratta "soltanto" di musica popolare mista a jazz con influenze rock. È questo, è vero, ma è anche molto altro, e non c'è bisogno di conoscere in maniera pedissequa tutta la loro discografia; basta scoprire che il loro ultimo lavoro, L'Amico Magico, dedicato a Nino Rota, compositore di una miriade di colonne sonore di importanti film (il titolo dell'album richiama il modo in cui Federico Fellini amava chiamare l'amico musicista), è una raccolta di coraggiose interpretazioni delle opere musicali di questa pietra miliare della musica italiana.
Più che un concerto, quello che si è tenuto al Teatro Politeama Garibaldi di Palermo all'interno della rassegna Kals'art Winter, è stato un susseguirsi di emozioni cantate, musicate e interpretate dall'energico ed emotivo Peppe Servillo e dai sempre straordinari Fausto Masolella (anche produttore dell'ultimo disco), Mimì Ciaramella e Vittorio Remino. Di certo sarebbe impossibile per Peppe Servillo rinunciare al rapporto diretto con il pubblico: ogni brano è alternato da una battuta divertente, da un commento sul brano successivo o dall'incitamento alla partecipazione. Ciò ha provocato nel pubblico, composto sia da giovani amanti della "buona musica", sia da proprietari di orecchie ben allenate ad ascolti di alto livello, a proiettarsi, in maniera figurata, sul palco,  a vivere in maniera piena le note ben distinte, grazie all'acustica eccellente del teatro.
Il concerto, incentrato sul nuovo album, ha lasciato comunque spazio a successi del passato, come i brani Dormi e Sogna (presentato al Sanremo '98) e Sentimento (vincitore del Sanremo 2000); o come Aguaplano e Danson Metropoli, brani appartenenti all'album Danson Metropoli - Canzoni di Paolo Conte (2007). 
Dal nuovo album, particolarmente piacevole è stato l'ascolto di Canzone Arrabbiata (dalla colonna sonora di "Film d'amore e d'anarchia"),  Ai Giochi Addio (da "Romeo e Giulietta"), Immigrant (dal "Padrino II) e Gelsomina (da "La strada").
Un capitolo a parte è quello di Brucia la Terra, brano appartenente alla colonna sonora de "Il Padrino III", e cantato in dialetto siciliano. Sarà stata sicuramente colpa della dedica fatta al pubblico siciliano, ma è questo il pezzo che, concluso il concerto, mi è rimasto nel cuore.

Luca Savettiere   (7.2.10)