Settimanale, anno 11 - n. 39
Ven, 26 Aprile 2019

Recensioni >> S.U.S. - Il Cavallo Di Troia

Il nome del gruppo S.U.S non è altro che l'insieme delle iniziali dell'attualissimo detto Succede Una Sega, arrivano ovviamente direttamente dalla toscana! Rock, funk e tanta energica ironia. La formazione a tre, l'essenziale, si aggira per i garage e i piccoli locali italiani già da qualche anno e oggi arriva a pubblicare Il Cavallo di Troia per il Consorzio Utopia di A Buzz Supreme.
L'attacco dell'album spetta alla traccia che prende il nome dal gruppo ed è un vero e proprio inno, forte e veloce, la si potrebbe definire la loro canzone manifesto. Segue
Digging For Birds, altra scarica rock da ballare, stavolta strumentale dal ritmo veloce, basso rotolante e chitarra con unghie affilate. Gli Errori di Copernico corre sugli stessi binari musicali delle precedenti tracce, l'intreccio apre ad un infallibile ritornello, canta una decisa critica alla società moderna e alla sua superficialità.
La prima fermata arriva con
Ubriaco, la quinta traccia, le battute rallentano ma la tensione rimane sostenuta, chitarra distorta e urla per il coro. La canzone in chiusura è la più articolata e la più intensa del disco, si apre dolce con un delicato riff  di chitarra, per dare poi sfogo all'insofferenza della band usando tutta la forza del trio con l'aggiunta del sax di Boschetto e la tromba di Popi.
I S.U.S. sono un ottimo gruppo rock italiano, le canzoni scritte da Alessio Chiappelli possiedono una grande carica ironica e sono facilmente canticchiabili, così come il sound fresco e veloce rimane in testa già dopo il primo ascolto. Per chi ha voglia di nuove vibranti emozioni Made in Italy S.U.S è la sigla da seguire.

Claudio Donatelli
   (16.5.10)