Settimanale, anno 10 - n. 20
Mar, 12 Dicembre 2017

Pop Corn >>

Libri da sentire, film da ascoltare

Swordfishtrombones. Tom Waits è un libro di David Smay che ripropone lo stesso spirito dell'album che vuole celebrare. Non era un'impresa facile questa, ma Smay ci è riuscito in pieno. Non è un libro che vuole spiegarci in maniera tradizionale e cronologica l'album che ha segnato un mutamento radicale nella carriera e nella vita di Waits, ci racconta, invece, dei fatti sospesi tra i dati biografici, la fantasia e la realtà per offrirci una prospettiva inconsueta. 
Non ci svela quello che Swordfishtrombones è piuttosto quello che potrebbe essere, chiedendo al lettore di aprire la propria immaginazione per perdersi dentro queste storie e queste canzoni.
Le 15 tracce dell'album sono storie che contengono altre storie e ci parlano di looser, di uomini solitari, di Frank, del macellaio Dave, di bicchieri di bourbon e gin.
La casa editrice
No Reply ripropone nella sua collana Tracks la traduzione in italiano di questo interessante libro ripreso dalla famosa edizione 33 1/3 della Continuum Books americana, in cui una larga varietà di artisti ci parla del loro Lp favorito tra quelli usciti negli ultimi anni. Swordfishtrombones è l'album di svolta di uno  dei cantautori americani più originali, dove si possono trovare i segni della sua evoluzione artistica e personale. 
Nel 1983 cambia etichetta (dall'Asylum alla Island), muove i primi passi verso un nuovo sound più complesso fatto di rumori e suoni inusuali e per la prima volta comincia a lavorare sui personaggi delle sue canzoni, rendendo ogni testo unico e poetico in cui "sono le parole stesse a formare il paesaggio".
Il musicista californiano riesce a compiere insieme all'evoluzione sonora anche una svolta esistenziale con l'appoggio fondamentale di sua moglie Kathleen Brennan che sarà la sua musa ispiratrice.
Questo è un libro che non si può spiegare, così come l'album stesso, ma che consiglio di leggere tutto d'un fiato abbandonandosi all'ascolto di Swordfishtrombones.
La postfazione è affidata al cantautore emiliano
Dente, scelta azzecatissima vista la sua grande abilità nel giocare con parole e significati e a miscelare il tutto con arrangiamenti semplici ma molto efficaci.

Annalisa Nicastro      (26.9.10)
 

Swordfishtrombones. Tom Waits
David Smay
No Reply
pp. 176, euro 12,00