Settimanale, anno 10 - n. 20
Lun, 11 Dicembre 2017

A propos de >> Associazione Siciliana Amici della Musica

Musica a 360 giri

79a Stagione Concertistica 2010/2011 

Politeama Garibaldi  15 novembre 2010 / 31 maggio 2011   
 
Il direttore artistico Dario Oliveri presenta la 79a Stagione Concertistica  2010/2011 dell'Associazione Siciliana Amici della Musica e traccia un sintetico  bilancio della Stagione precedente: «Nel periodo compreso tra il 1997 e il 2007,  l'Associazione ha registrato un incremento di pubblico pari al 147%. In  particolare, nel 2009 ha totalizzato ben 45.921 spettatori (di cui circa 10.000 bambini  e ragazzi), con una media di 820 presenze paganti a concerto. Oltre ad essere la più  importante Associzione concertistica operante in Sicilia, gli Amici della Musica si  confermano quindi come una delle prime associazioni italiane per presenze di  pubblico».    
Riguardo alla programmazione 2010/2011, l'idea di fondo resta quella di rispecchiare  le esigenze di un pubblico sempre più vasto e trasversale, senza però interrompere  quel
fil rouge che caratterizza gli Amici della Musica da quasi un secolo a questa  parte. Anzi, da un certo punto di vista, la scelta degli artisti e del repertorio segna una  sorta di "ritorno alla tradizione", con un riguardo, forse maggiore che in passato alla  grande musica del periodo classico e romantico. Il risultato è una Stagione dalla  «bellezza un po' austera», segnata dall'inizio di una grande Integrale dei Quartetti  per archi di Beethoven (che si concluderà nel 2012) e dall'omaggio a Chopin del  pianista cinese Yundi Li.
Una Stagione che sembra concedere meno spazio allo
star  system e alle mode del momento, per riallacciarsi ai grandi temi/valori della musica  colta, ma che tuttavia trova, nel corso dell'anno, diverse aperture al molteplice: è il  caso delle composizioni da camera di Paolo Conte (dedicate al Trio Debussy), del  debutto siciliano di Elio nella "versione in forma di concerto" del Giornalino di Gian  Burrasca di Nino Rota e Lina Wertmuller, dell'audace concerto di Giovanni  Sollima e Giuseppe Andaloro, del "jazz all'italiana" dell'Orchestra Maniscalchi e  della sperimentazione audio/video di Palermo Sonic Graffiti (inedito progetto di  Alvin Curran e Domenico Sciajno).    
Turno Pomeridiano (21 manifestazioni - Politeama Garibaldi, ore 17.15)  Inaugurazione: Lunedì 15 novembre 2010  Orchestra e Coro del Teatro Massimo Bellini di Catania (Will Humburg direttore).   In programma la Sinfonia "Incompiuta" di Schubert e il Requiem di Mozart.   
Da sempre considerato come il "luogo della tradizione" degli Amici della Musica, il  Turno Pomeridiano si concentra maggiormente sul grande repertorio classico e  romantico, alternando solisti, gruppi da camera e orchestre. In particolare si  segnalano i concerti dei pianisti
Paolo Restani e Yundi Li (vincitore del concorso  internazionale "Chopin" di Varsavia); il debutto a Palermo dell'enfant prodige Kit  Armstrong (allievo prediletto di Alfred Brendel) e del violinista Michael  Barenboim; il ritorno al "violoncello classico" di Giovanni Sollima (che si esibisce,  anche nel Turno Serale, con un gruppo di artisti di cui fa parte il pianista Giuseppe  Andaloro) e i concerti di ben quattro orchestre sinfoniche (Teatro Massimo Bellini  di Catania, Teatro Massimo di Palermo, Sinfonica Siciliana e del Concervatorio  "Vincenzo Bellini" di Palermo).    Turno Serale (21 manifestazioni - Politeama Garibaldi, ore 21.15) 
Inaugurazione: Martedì 16 novembre 2010  Orchestra e Coro del Teatro Massimo Bellini di Catania (Will Humburg direttore).   In programma la Sinfonia "Incompiuta" di Schubert e il Requiem di Mozart.    Da sempre considerato - al contrario - come "il luogo della trasgressione" degli  Amici della Musica, il Turno Serale dispiega una scelta di repertorio che va dalle  Variazioni Goldberg di Bach (nella nuova versione per archi proposta dal Trio Broz)  sino alle sperimentazioni audio/video in tempo reale di Alvin Curran e Domenico  Sciajno, autori del progetto in prima rappresentazione assoluta Palermo Sonic  Graffiti.
A metà percorso fra questi due estremi troviamo, per esempio, il debutto di  Elio (delle Storie Tese) nei panni dell'infernale Gian Burrasca nella nuova riduzione  teatrale firmata da Lina Wertmüller, le Nuove fantasie musicali degli anni '30 e '40  dell'Orchestra Maniscalchi (specializzata nell'impeccabile rievocazione della  musica leggera e del "jazz all'italiana" dei primi del secolo), il concerto di Gilda  Butta (alias la pianista di Morricone) insieme con l'Orchestra del Concervatorio di  Palermo e il debutto al Politeama Garibaldi del gruppo vocale SeiOttavi, con un  nuovo progetto/concerto dal titolo VOCALmente.   
Rassegna "Bimbi a Teatro" (5 manifestazioni - Politeama Garibaldi, ore 11.30)  Inaugurazione: Domenica 28 novembre, ore 11.30  Il ritorno della Playtoy Orchestra!!!   L'unica band al mondo che suona solo strumenti giocattolo   
Oltre all'ormai tradizionale "Progetto Scuola", che coinvolge
ogni anno migliaia di  studenti delle scuole della città e della provincia di Palermo, gli Amici della Musica  propongono per la prima volta un vero e proprio calendario in miniatura di concerti e  spettacoli di teatro musicale per ragazzi. In particolare, oltre alla ripresa di Brundibàr  di Hans Kr!!a e dello Scoiattolo in gamba di Nino Rota e Eduardo De Filippo, si  segnalano su questo fronte il "ritorno" della Playtoy Orchestra e le prime  rappresentazioni a Palermo della fiaba musicale Magaria di Marco Betta e Andrea  Camilleri e dell'opera/gioco Facciano una città! di Paul Hindemith.   
Magaria nasce nel 2001 da un divertente testo/monologo per ragazzi, di Andrea  Camilleri, che ha suggerito al compositore Marco Betta di realizzare «una piccola  opera di teatro letterario della mente nella quale i personaggi sono evocati dagli  strumenti dell'orchestra. La musica, in questi termini, diventa una sorta di testo  parallelo, di riflesso sonoro della narrazione». L'opera viene rappresentata per la  prima volta in Sicilia, in una nuova versione per voce recitante e orchestra di  bambini. La regia è affidata ad Alfio Scuderi. La direzione musicale è affidata invece  a Riccardo Scilipoti, che dirigerà l'Orchestra della scuola media "Leonardo Da  Vinci" di Palermo.   
Facciamo una città! è un'opera/gioco per ragazzi composta nel 1930 da Paul  Hindemith, in prima rappresentazione in Sicilia. L'idea fondamentale è quella di  coinvolgere  una compagnia teatrale di bambini (cantanti, mimi, musicisti) nella  realizzazione di uno spettacolo teatrale in cui i bambini raccontano la loro città  ideale. L'unico adulto sulla scena è una specie di maestro/giornalista che intervista i  bambini chiedendogli come sarà la loro città? Da chi sarà abitata? Come saranno la  vita quotidiana, il lavoro, la scuola..? I bambini rispondono cantando e suonando. Le  loro frasi sono piene di gioia, ma su una cosa sono tutti d'accordo: nella loro città  ideale a comandare saranno proprio loro.   La partitura musicale verrà realizzata dagli studenti della Scuola Media Statale  "Pecoraro" di Palermo, diretta da Riccardo Scilipoti.  Le scene e i costumi dello spettacolo saranno realizzati dagli studenti del liceo  artistico "Eustachio Catalano" di Palermo, a partire dai disegni realizzati dai bambini  della nostra città.   
Progetto Scuola (18 manifestazioni - Politeama Garibaldi, ore 11.30)  Concerti e prove aperte dedicate agli studenti    A partire dal 1997 l'Associazione Siciliana Amici della Musica ha dato vita ad un  "Progetto Scuola", tenuto a battesimo da Salvatore Accardo e finalizzato alla  diffusione del repertorio classico e contemporaneo presso gli studenti.  
I vari appuntamenti sono stati individuati con l'intento di soddisfare le esigenze  curriculari dei diversi indirizzi scolastici e di offrire, al tempo stesso, un vasto  orizzonte di riferimenti storici, stilistici e culturali, coinvolgendo solisti, ensemble  strumentali e orchestre sinfoniche. Ai docenti interessati al progetto verranno forniti,  se richiesti, i supporti didattici necessari ad una adeguata preparazione al  concerto/spettacolo (incluse le biografie degli artisti coinvolti, soggetto/libretto delle  opere di teatro musicale, file audio, etc.).   
Tra le
novità della Stagione, si segnala anche un agile calendario di incontri  realizzati in collaborazione con laFeltrinelli, Anteprime in Libreria, ai quali  prenderanno parte, tra gli altri, Elio, Giovanni Sollima, Giuseppe Andaloro, Alvin  Curran e Domenico Sciajno.   Nel dicembre 2010, ha inoltre inizio un progetto speciale dedicato all'esecuzione  integrale dei Quartetti per archi di Beethoven.  
Il percorso, che si concluderà nella primavera del 2012, coinvolge quattro importanti  formazioni cameristiche internazionali: il Quartetto di Cremona (Italia), il  Michelangelo String Quartet (Svizzera), l'Aviv Quartet (Israele) e l'Auryn Quartet  (Germania). Le opere di Beethoven vengono eseguite in ordine cronologico,  seguendo le tracce di un graduale passaggio verso l'ignoto, e alternate alle  composizioni di autori del nostro tempo come Strawinsky, Webern, Bartòk,  Shostakovich, Lutoslawski, Kurtàg, Ferrero, Vacchi e Villanueva. 
 
Associazione Siciliana Amici della Musica  Villa del Pigno - via Angiò, 27 - tel. 091 6373743  info@amicidellamusicapalermo.it / www.amicidellamusicapalermo.it