Settimanale, anno 10 - n. 12
Mar, 17 Ottobre 2017

Soundcheck >> Giulia Villari - River

Ti piace fare musica? Faccela ascoltare!!!

Le canzoni di Giulia Villari ci arrivano in formato mini cd, da lei scritto, auto prodotto con l'aiuto di Rob Ellis e registrato in quel di Senigallia. Date alcune coordinate di partenza si può passare ai contenuti di queste sei canzoni.
La chitarra imbracciata e bagnata da acqua limpida, come compare sulla copertina di River, è l'immagine che con immediatezza rende l'idea sulla musica scritta da Giulia.
Strumentazione essenziale, quanto basta a far traballare le casse dell'amplificazione casalinga, una voce forte e grintosa, rock minimale negli accordi e generoso nelle emozioni.
November apre il cd di debutto di Giulia Villari con una miscela di ruvido rock, con le due chitarre che graffiano su ritmo sostenuto, il ritornello orecchiabile ci fa apprezzare tutto già al primo ascolto.
Poco tempo per prendere fiato e tuffarsi in River, canzone che dà anche nome al cd, ballata rock dal sapore malinconico, arrangiata molto bene nell'intreccio di chitarre, ricorda per energia e atmosfera i bellissimi momenti scritti da Jeff Buckley.
La ragazza sa anche far ballare e saltare sotto il palco e The Story si presta perfettamente allo scopo.
Il cd risulta molto omogeneo nella scrittura e nell'interpretazione, le canzoni sembrano essere legate da un unico filo, o meglio corda di chitarra, il sound anni 90 made in USA è la matrice di partenza e la personalità determinata di Giulia rendono River un perfetto biglietto da visita per correre ad ascoltarla dal vivo.
  

Claudio Donatelli       (12.12.2010)